Un uomo di altri tempi

Che lo si chiami Babbo Natale, San Nicola o Santa Claus questa leggendaria figura è diventata ormai un simbolo conosciuto in tutto il mondo.

Ma da dove viene questo leggendario personaggio tanto amato da adulti e piccini?

L’origine storica si deve a San Nicola vissuto nel IV secolo e il cui onomastico si festeggia il 6 dicembre.

San Nicola regalò a tre povere fanciulle una dote affinché queste potessero sposarsi e da lì si diffuse nel Medioevo l’usanza di scambiarsi dei doni per ricordare questo episodio, usanza che in alcuni paesi come, ad esempio, l’Austria, Paesi Bassi e Germania, continua ancora ora.

Quindi San Nicola è davvero esistito come testimoniano alcune fonti ecclesiastiche anche se, dobbiamo dirlo, la maggior parte delle notizie sono avvolte nel mistero e sono caratterizzate da leggende.

Da San Nicola a Santa Claus

Fu poi nei paesi protestanti che la figura di San Nicola perse il suo aspetto di vescovo per assumere poi il nome di Santa Claus.

Infatti nei Paesi Bassi San Nicola si traduce con Sinterklaas e da lì americanizzato con Santa Claus.

Sinterklaas volava sui tetti e i suoi aiutanti portavano doni infilandosi nei caminetti.

Ma perché lo chiamiamo Babbo Natale?

Il Babbo Natale moderno altro non è che l’insieme di queste rappresentazioni antiche di un personaggio portatore di doni e ne troviamo una prima rappresentazione nel Canto di Natale di Charles Dickens.

dove viene rappresentato un uomo barbuto molto robusto vestito di un mantello verde e pelliccia. Lo scrittore narrava di uno Spirito del Natale Presente che, successivamente, nell’immaginario collettivo prese il nome di Father Christmas.

Da lì la facile traduzione con il nostro Babbo Natale.

Perché ha il vestito tutto rosso?

Ma la vera trasformazione nel Babbo Natale che noi tuti conosciamo lo dobbiamo a  Clement Clarke Moore, uno scrittore newyorkese che nel 1823 scrisse una poesia dal titolo  A Visit from St. Nicholas in cui rappresentava il santo con una barba bianca, vestiti rossi e con una slitta trainata da renne trasportando un grande sacco pieno di doni.

C’è poi chi sostiene che l’abito rosso di Babbo Natale sia un’invenzione della Coca Cola che, pubblicizzando la bevanda negli anni ‘30, decise di trasformare il colore dell’abito, che originariamente era verde, adattandolo ai colori della famosa azienda americana.

Qualunque sia la sua origine c’è da dire che la figura di Babbo Natale è circondata da un’atmosfera magica, quella magia che vediamo negli occhi dei bambini ad ogni vigilia di Natale aspettando di ritrovare sotto l’albero tutti i regali chiesti….

Bambini, siete stati buoni quest’anno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *