Quando iniziano a sorridere i neonati?

Il sorriso di un neonato è quanto di più bello possiamo vedere, ci mette di buonumore e, in genere, notiamo che sorride soprattutto durante il sonno.

Ma, mi dispiace deludervi, quell’espressione che vedete sul bellissimo viso del vostro bambino nei primi giorni di vita non è un sorriso; o meglio, non sorride intenzionalmente ma è solo un riflesso incondizionato fatto in modo inconsapevole.

Soltanto intorno al primo e secondo mese ci sarà il primo sorriso volontario, quello che viene chiamato sorriso sociale (in genere avviene intorno alle 6-8 settimane di vita). È chiamato così perché avviene in risposta ad uno stimolo: per esempio, il bambino sorride in risposta ad una voce, un suono, la vista di un gioco e ancora di più quando vede la mamma avvicinarsi.

È un sorriso che dura di più rispetto a quello involontario e coinvolge i muscoli della bocca, guance, fronte e occhi.

Perché i bambini iniziano a sorridere a due mesi e non prima?

Il loro cervello si sviluppa a tal punto che riescono a stabilire un contatto visivo; inoltre le abilità visive migliorano e riescono ad identificare volti familiari e a riconoscere emozioni come la rabbia e la felicità.

In quali occasioni sorridono i bambini?

I neonati sono in grado di mostrarci un bel sorriso quando sono felici, quando vogliono attirare l’attenzione di mamma e papà ma anche quando sono soddisfatti dopo aver mangiato.

Siccome i bambini vivono i primi anni acquisendo informazioni e comportamenti per imitazione, allora sorridiamo tanto, in ogni momento.